Un supporto sportivo

È di ieri il comunicato stampa dell’amministrazione comunale lissonese: la Giunta ha deliberato il raddoppio della somma destinata al supporto delle associazioni sportive della nostra città. Ecco un altro segno tangibile dell’attenzione a chi permette di praticare sport, soprattutto ai nostri ragazzi, svolgendo anche un’azione educativa: è stata stanziata una somma di circa 120.000 euro che sarà distribuita entro la fine dell’anno.

Dopo il maxi-aiuto al mondo delle partite Iva, arriva ora un aiuto economico concreto a sostegno delle società sportive.

Come i nostri lettori ben sanno, ci sono parecchie opere in corso e appena concluse che riguardano l’ambito sportivo (palazzetto nel quartiere Don Moscotti, campi da calcio in via Beltrame, palestra della scuola Farè, parete di arrampicata presso la scuola Buonarroti) ma in questo anno 2020 particolarmente difficile, un ulteriore contributo è a dimostrazione di un interesse e una vicinanza dell’amministrazione al tessuto sportivo della città.

A noi questo provvedimento oggi sembra più che mai opportuno: una boccata d’aria per le associazioni sportive in modo che possano proseguire con più tranquillità nelle loro preziose attività di sport e svago a vantaggio dei lissonesi

Attività 2020 delle Associazioni sportive: raddoppia il contributo comunale (Comunicato stampa – 15 ott 2020)

Nuovo DPCM, istruzioni per l’uso

Lo stavamo aspettando e puntuale è arrivato: il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri è stato firmato il 13 ottobre e resterà in vigore fino al 13 novembre. Contiene nuove misure per il contenimento del coronavirus che impatteranno ancora una volta direttamente sulla nostra Amministrazione e sulla vita dei lissonesi. Con la solita tempestività, già da ieri pomeriggio il Comune ha diffuso un semplice schema riassuntivo dei principali obblighi, divieti e raccomandazioni rivolte alla cittadinanza.

Il nuovo DPCM va a disciplinare in particolar modo il “tempo libero” delle persone: dalle attività sportive alle uscite serali in ristoranti e locali, momenti in cui si tende ad “abbassare la guardia” e ad aumentare di conseguenza il rischio di contagio. Anche la nostra Polizia locale, in ottemperanza a quanto previsto e su segnalazioni di cittadini, sta intensificando i controlli nelle attività commerciali per mantenere sempre alta l’attenzione per la sicurezza di tutti.

Il nuovo decreto va inoltre a disciplinare anche eventi e sagre e dobbiamo sottolineare che la nostra Amministrazione è stata ancora una volta lungimirante, prendendo da tempo la decisione – seppur impopolare – di annullare le consuete manifestazioni che fanno da contorno alla sagra cittadina. E ben ha fatto, perché anche a Lissone – secondo i dati riportati dalla dashboard Covid di Regione Lombardia – negli ultimi 7 giorni, si è verificato un sensibile aumento di tamponi positivi, con una progressione che riflette, purtroppo, l’andamento nazionale: 2, 2, 9, 2, 9, 1, 16 casi.

Auguriamo una buona festa di Lissone a tutti i cittadini: sarà una festa anomala, senza le giostre e i “grandi pranzi” in famiglia (la raccomandazione è quella di non ricevere in casa più di sei familiari o amici non conviventi) ma sarà “in sicurezza”, e di questi tempi è una cosa importante. Con un po’ attenzione e di buon senso ce la possiamo fare, anzi: ce la dobbiamo fare!

Coronavirus, DPCM del 13 ottobre 2020 (Sito Comune di Lissone – 13 ott 2020)

Don Giuseppe Caimi

Semplicemente “Don Pino”: ecco come la Comunità lissonese conosceva Don Giuseppe Caimi, già parroco della Comunità Pastorale da lui stesso fondata. È scomparso venerdì, a Seregno, dove ormai riposava da tempo. Un uomo che era un vero e proprio leader, e tante sono state le dimostrazioni di stima e riconoscenza sui social ed espresse al suo funerale, celebrato sabato a Seregno.

Il Listone porge le condoglianze alla sua famiglia e a tutti coloro che don Pino ricordava nelle sue preghiere. Un altro pezzo della nostra storia cittadina che se ne va, e siamo consapevoli di quanto la sua attività svolta negli oltre 15 anni di permanenza a Lissone, abbia di fatto lasciato un segno nella storia della comunità lissonese.

Quindi condoglianze e un sincero ringraziamento per tutto ciò che generosamente ha fatto per le Parrocchie, la città e per chi ha collaborato con lui. Buon riposo, don Pino!

E’ morto l’ex prevosto di Lissone (Il Giorno – 10 ott 2020)

Addio ad Arturo Monguzzi

ll Listone si stringe attorno al nostro Sindaco: è mancato ieri sera, infatti, Arturo Monguzzi, il papà di Concetta.

Arturo, lissonese doc, è stato da sempre parte attiva della nostra comunità: la sua vita è stato un esempio di come si possa contribuire allo sviluppo della famiglia, dell’associazionismo, del volontariato, dell’impegno politico e della cultura della fede. Aveva uno sguardo ampio sulle cose e delle vedute mai limitate. Noi lo ricorderemo così, quasi come un’icona della nostra città.

Ora buon viaggio, e che dorma il sonno dei giusti.

Informati e responsabili

Un opuscolo che riporta in maniera organica e scorrevole a che punto è la nostra città, ma anche cosa ci attende, quali progetti sono al vaglio o stanno partendo, e quanto la macchina comunale stia facendo in questi mesi così difficili e complessi.

L’informatore comunale attualmente in distribuzione alle famiglie lissonesi è tutto questo, composto da articoli, immagini, qr-code interattivi e qualche cifra messa nero su bianco. Sfogliandolo, balzano subito all’occhio il progetto di riqualificazione di Piazza Libertà, i lavori che stanno dando forma al nuovo Palazzetto dello Sport, la creazione della Zona 30 a S. Margherita, le opere edili nelle scuole, le iniziative in aiuto ai cittadini durante il lockdown, l’assegnazione degli Angeli d’oro, il quartiere Don Moscotti e tanto altro.

Come d’abitudine, a ciascuna forza politica e civica presente in Consiglio comunale, è stata data la possibilità di esprimersi in un’apposita sezione dell’informatore: i gruppi di maggioranza, Forza Italia e Lissone in movimento hanno colto l’occasione per comunicare con i cittadini e anche per suggerire soluzioni. Una preziosa opportunità che non è stata purtroppo carpita (o capita?) da Lega Nord, M5S e FdI che si sono rintanati in un “mutismo editoriale” lasciando un triste spazio vuoto con la scritta “non pervenuto”.

Peccato, perché i confronti, le critiche ma soprattutto le comunicazioni sono utili ai cittadini e li aiutano a capire in quale direzione voglia “navigare” una lista politica. Il Listone naturalmente ha  colto l’opportunità e si unisce all’invito che il Sindaco fa a tutti i lissonesi: tenetevi informati così da essere cittadini consapevoli, responsabili e attivi. E buona lettura!

Da ottobre in distribuzione il secondo numero di «Info@Lissone.qui», l’informatore Comunale (Comunicato stampa – 29 set 2020)

Un pozzo… di successo

Comune di Lissone e BrianzAcque uniti per migliorare la quotidianità dei cittadini lissonesi.

Come prima cosa, nell’ambito della manifestazione “Ville Aperte 2020” (dal 26 settembre al 4 ottobre) segnaliamo la novità delle visite guidate allo storico “Pozzo numero 2” di Lissone, in via S. Giorgio 3. L’iniziativa è partita sabato scorso e sta riscontrando un notevole successo tra i lissonesi, con un tutto esaurito dei posti disponibili per il primo weekend: un successo cercato e meritato attraverso l’impegno della Amministrazione e di BrianzAcque che ha messo a disposizione dei visitatori personale ben preparato e competente.

Ricordiamo poi che a luglio di quest’anno BrianzAcque ha messo a disposizione di tutti i comuni soci – tra i quali Lissone – un contributo per sanificare i giochi nei giardini pubblici, intervento che a Lissone è stato puntualmente eseguito.

Un altro progetto ha visto la luce in questo mese di settembre, sempre grazie alla collaborazione tra il Comune di Lissone e BrianzAcque, ed è indirizzato alle giovani generazioni: a ciascun alunno delle scuole primarie del territorio verrà consegnata una borraccia in alluminio per sensibilizzare i ragazzi ad un consumo dell’acqua rigorosamente plastic-free.

Ben vengano dunque simili iniziative (e speriamo anche tante altre…) e ben venga la collaborazione tra Comune e BrianzaAcque, con tutti i risvolti utili e formativi che questa comporta.

Alla scoperta dell’antico pozzo n°2 di Lissone (video – 1min 55sec)

Ville Aperte: successo per le visite guidate al pozzo di Lissone (PrimaMonza.it – 29 set 2020)

Sanificazione delle Aree gioco:Comune e BrianzAcque uniti per la tutela dei più piccoli (Comunicato stampa – 6 ago 2020)

Lissone: borracce ecologiche a tutti gli studenti delle Scuole primarie (MBNews – 28 set 2020)

Ma alla fine è la salute che conta

Questa volta la stampa locale non ha effettuato un buon servizio ai suoi lettori: lo affermiamo con dispiacere, condividendo il comunicato dell’ultimo video del Sindaco Concetta Monguzzi. 

Sabato 26 settembre, infatti, è apparso su un giornale locale un articolo con un titolo a dir poco fuorviante perché non corrisponde all’effettivo stato delle cose: parlando dell’ormai prossima “Festa di Lissone”, il titolo recitava “Ma alla fine le giostre ci saranno“. Ora, non è così semplice la scelta se far installare le giostre sul territorio lissonese o meno (scelta che spetta alla Giunta) e il Sindaco lo spiega bene nel video, ottenendo anche un largo consenso sui social dove il comunicato è stato condiviso su più gruppi e bacheche e raggiungendo oltre 15.000 visualizzazioni.

Il Listone appoggia la linea del Sindaco e concorda che una simile decisione non vada presa affatto alla leggera.  È difficile e spiacevole rinunciare ad una tradizione ormai consolidata come quella delle giostre, finora sempre presenti in occasione della festa della nostra città, ma non dobbiamo dimenticare che ogni decisione deve fondarsi sulla tutela e sul rispetto della salute e del benessere dei cittadini.

Il diritto alla Salute e  il diritto all’Istruzione sono costantemente al centro delle scelte della Giunta guidata dal Sindaco Concetta Monguzzi: a riprova di questo l’amministrazione sta tenacemente dedicandosi, da mesi ormai, non solo all’avvenuta riapertura di tutte le scuole del territorio, ma anche per garantire che la  frequenza scolastica possa svolgersi il più possibile in sicurezza per evitare il rischio – purtroppo concreto specialmente in territorio lombardo – del propagarsi di nuovi focolai.

Tanto impegno e tanta fatica potrebbero facilmente essere vanificati dagli inevitabili assembramenti – soprattutto di giovani e ragazzi provenienti anche dai comuni della Brianza – proprio in occasione delle giostre.

Questo sarà un autunno impegnativo, non solo per le istituzioni ma anche per i cittadini, cittadini ai quali il Sindaco chiede una costante collaborazione perché si adottino – sempre! – stili di vita e pratiche quotidiane prudenti in modo da prevenire ,o almeno limitare, la diffusione del virus.

La sagra sfoglia la margherita. Ma alla fine le giostre ci saranno (Cittadini – 26 set 2020)

Non rischiare? È civile

È necessario riconoscerlo, e noi del Listone lo facciamo con gratitudine: i volontari della Protezione Civile lissonese sono sempre operativi e propositivi per contribuire a migliorare il contesto cittadino, specialmente in un anno così complesso come questo 2020.

Proprio dalla loro sede in via Tripoli ci parla il Sindaco Concetta Monguzzi che, in un video di pochi giorni fa, illustra la campagna nazionale “Io non rischio“, di cui sono protagonisti proprio i volontari della Protezione Civile. L’iniziativa compie dieci anni e si protrarrà fino all’11 ottobre: in passato ha sempre visto i volontari impegnati nelle piazze e tra la gente, ma quest’anno avrà luogo “on line”, così da adattarsi alle norme di tutela della salute pubblica in tempo di Covid.

E anche in questa nuova modalità, la Protezione Civile ci mette faccia e impegno, adoperandosi per comunicare ai cittadini via web microcontenuti e organizzando tavole rotonde sull’attuale tema del rischio idrogeologico, in ogni sua sfaccettatura.

Il Listone si unisce all’appello del nostro Sindaco e invita i lissonesi a seguire questo percorso di sensibilizzazione e guida al “rischio naturale” e indirizza un sentito ringraziamento sia a chi vorrà partecipare all’iniziativa che ai nostri instancabili volontari della Protezione Civile lissonese.

«Io non rischio»: decima edizione “digital” della campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione Civile (Comunicato stampa – 11 set 2020)

Mente sana in corpo sano

Grande successo dell’iniziativa “Mezz’ora al giorno” che dalla fine di luglio, due volte al giorno, col bello o cattivo tempo, offre l’opportunità a tutti i cittadini di mezz’ora di attività motoria all’aperto, ginnastica dolce, guidata e gratuita.

Oltre 50 persone, mattina e sera, liberamente si ritrovano in piazza Libertà e si mantengono in forma, migliorando il tono muscolare e svolgendo una preziosa azione di prevenzione da molti malanni.

Secondo gli accordi, questa dovrebbe essere l’ultima settimana di attività, ma noi speriamo a caldeggiamo che, visto il positivo riscontro, l’amministrazione e l’associazione “Live” che gestisce l’iniziativa, trovino un accordo per continuare a fornire un prezioso servizio alla cittadinanza.

Siamo sicuri che i lissonesi gradiranno e continueranno a seguire l’attività in sicurezza e con slancio. E, per citare un famoso detto, non dimentichiamoci che “mente sana in corpo sano”!

Chi c’era e chi non c’era

Lo scorso weekend si è svolta in piazza Libertà l’iniziativa “Immagini e parole dell’emergenza Coronavirus”, con la proiezione di un video girato a Lissone e i ringraziamenti a chi ha dato un contributo attivo alla città durante il lockdown. L’evento è stato da tutti giudicato bello, emozionante e testimonianza concreta della capacità di Lissone di fare squadra: Comune, Amministrazione, Associazioni e cittadini, tutti uniti.

Tutti, o quasi. Alle due serate, infatti, solo uno dei Consiglieri comunali di minoranza ha avuto la delicatezza di partecipare: il 5Stelle Piermarco Fossati, e di questo noi lo ringraziamo. Ci riesce comunque difficile capire perché nessuno degli altri abbia voluto partecipare; sarebbe stato un bel segnale di unità e di fiducia nei confronti della cittadinanza.

Ma c’è anche chi è andato oltre l’indifferenza: il consigliere Roberto Perego, infatti, si è profuso in contestazioni su cosa e come si sarebbe dovuto svolgere l’evento, in una sorta di anticipata dichiarazione di assenza. Con ben 5 “like” su Facebook.

In sintesi, Perego si è detto contrario a partecipare ad un evento durante il quale non si ringraziavano espressamente i cittadini lissonesi; nelle due serate, invece, molti sono stati i ringraziamenti nei confronti dei cittadini – che sono stati ligi, solidali, reattivi e pronti – e anche di associazioni di vario tipo.

Peccato, neppure il Covid è riuscito a seppellire rancori e frustrazioni.

Il documentario “Immagini e parole dell’emergenza Coronavirus” (durata: 50’50”)