E Borella non ci sta

Il primo faccia a faccia tra i candidati sindaci a Lissone, si è svolto mercoledì 11 maggio a Palazzo Terragni, organizzato dall’unione dei Sindacati lissonesi. Presenti Fabrizio Cortesi (Europa Verde), Piermarco Fossati (5Stelle), Lino Fossati (ItalExit) ed il nostro Antonio Erba per la coalizione di centrosinistra. E basta.

La candidata della destra Laura Borella non si è presentata e ha disertato il confronto con i candidati e con il pubblico.

Peccato, perché l’incontro è stato interessante, propositivo in un clima pacato, con risposte e ragionamenti seri e validi. Nessuno si è sottratto al confronto dialettico, sia fra candidati che nelle risposte ai cittadini presenti.

La candidata Borella, invece, ha preferito presenziare presso una associazione sportiva amica. E a nostro parere ha sbagliato, molto!

Un candidato sindaco (di qualunque colore e provenienza) deve saper valutare e gestire le priorità: in questo caso la data era stata fissata da tempo e questo tipo di confronto e dibattito tra candidati è proprio quello che serve ai cittadini per informarsi, valutare e scegliere. Una occasione importante!

Ma la Borella non c’era… Erano forse altre le motivazioni che l’hanno spinta a disertare l’incontro con i colleghi candidati? Non lo sappiamo, e quindi per noi la sua resta un’assenza ingiustificata e deplorevole.

Il Listone c’è!

Sabato 7 Maggio alle 11 “Il Listone” si presenta. Nella sede della coa­lizione che sostiene il candidato Sindaco Antonio Erba (via Cappuccina angolo via Guidoni) avverrà la presentazione alla stampa ed alla citta­dinanza dei nostri candidati, dei nostri risultati e dei no­stri obiettivi futur­i.​

Sarà un’ora e mezza intensa e ricca di informazioni. Interve­rranno, tra gli altri, Concettina Mo­nguzzi – che al termine del suo mandato rientrerà nel List­one – ed Antonio Erba, il candidato Sindac­o. Ci saranno conferme, in coerenza con la storia della nos­tra lista civica, ma anche importanti nov­ità e sorprese.

Vi invitiamo quindi, cittadini e gio­rnalisti, a partecipare alla presentazione e al brindisi finale, certi che non resterete delusi perché – anche questa volta – il Li­stone c’è!

Elezioni a Lissone: il sindaco Monguzzi sarà candidata di lista (IlCittadinoMB.it – 7 mag 2022)

Il sindaco (dopo due mandati) sarà la capolista della “sua” civica (PrimaMonza.it – 7 mag 2022)

Il nuovo che avanza, ma non sa

Ci sono alcune dichiarazioni su cui vorremmo riflettere e far riflettere: lunedì scorso la candidata della destra lissonese Laura Borrella ha postato su Facebook la propria presenza al mercato di Lissone. Quest’anno la campagna elettorale è molto “social” e naturalmente, tra una foto e l’altra, i commenti sul “nuovo” che avanza non sono mancati.

Il fatto è che in questa occasione Laura Borrella ha dato prova di una scarsa conoscenza del territorio: ha scritto infatti ”Questa mattina al mercato rionale di Lissone….”. Apriti cielo! Guai a toccare il mercato a un lissonese!

Ecco, bisogna che qualcuno aggiorni la candidata sindaco che i “mercati rionali” sono altri in città: ce n’è uno in via Pascoli il venerdì, un altro in piazza Caduti di via Fani il sabato e poi ce n’è un altro – più strutturato – a Santa Margherita il giovedì.

Quello che secondo lei è il mercato “rionale” è invece il mercato “cittadino” al quale i cittadini lissonesi – e non solo quelli – sono molto affezionati; tra l’altro uno dei più grandi della provincia! Si svolge nel piazzale degli Umiliati dove, la terza domenica di ottobre, si installano anche le famose giostre in occasione della Sagra cittadina.

Noi riteniamo che un candidato sindaco debba conoscere la sua città, le sue tradizioni, i suoi valori (o per lo meno debba essere velocemente informato).

Il nostro candidato Antonio Erba – lissonese doc – queste cose invece le conosce molto bene e sa anche ben interpretare e rispettare le diverse sensibilità.

A noi, lista civica del territorio, sorgono invece grandi dubbi sulla competitrice Borella.  Va bene il nuovo che avanza, ma come è possibile candidarsi senza conoscere le tradizioni storiche della propria città? E se non si conoscono i luoghi dove la vita cittadina si esprime, figuriamoci come sarà più complicato conoscere altri ambiti più complessi.

C’è di che riflettere…

Le barriere mentali

Non esistono solo le barriere architettoniche, quelle con cui molti – purtroppo – devono fare i conti tutti i giorni; esistono anche le barriere “mentali” che a volte sono altrettanto ingombranti e difficili da superare.

Nel Consiglio comunale di venerdì scorso, durante lo spazio riservato alle “Comunicazioni”, è stato contestato il nuovo ascensore – attualmente in fase di realizzazione – che collegherà la piazza Libertà con il parcheggio sottostante. Giustamente, nella riqualificazione della piazza era previsto anche l’abbattimento delle barriere architettoniche, richiesta (sacrosanta!) formulata più volte anche direttamente dai cittadini.

Sorvolando su chi ne ha contestato l’impatto e la bruttezza (con l’opera ancora in costruzione…), il più severo nel giudizio è stato – guarda caso – Roberto Perego.

Il discorso, secondo lui, starebbe in questi termini: con i parcheggi a strisce blu a raso – dove già ora il disabile non paga – trova inutile spendere soldi per realizzare l’ascensore del parcheggio seminterrato. Glielo hanno confermato anche dei disabili ai quali ha chiesto un parere.

Allora: BENE, perché Perego ammette che la scelta dell’amministrazione di rendere gratuiti i parcheggi blu ai soggetti autorizzati è stata positiva e lungimirante; MALE perché lui invece si è perso fra altre barriere, quelle mentali, che hanno limitato la visione complessiva del problema.

Innanzitutto il collegamento verticale (ascensore) in un parcheggio pubblico è ora un obbligo di legge. Inoltre l’ascensore in piazza permette di poter scegliere liberamente se posteggiare sopra o sotto, a seconda delle situazioni e delle necessità. Pensiamo ad esempio alle giornate di pioggia, o a mamme con bambini in passeggino, agli anziani oppure a chi è temporaneamente infortunato e ha problemi di movimento. E non dimentichiamo che nel posteggio sotterraneo si può usufruire di un’ora al giorno di sosta gratuita: l’ideale per commissioni veloci.

Valutare solo l’impatto estetico o economico di un’opera pubblica non va assolutamente bene, non è così che si amministra! Ricordiamo che Perego “ha rischiato” di essere il candidato sindaco del centrodestra; le cose sono poi andate diversamente ma lo troveremo come candidato consigliere e qualcuno sostiene che sarà sicuramente inserito in Giunta. Ricordiamocelo, quando sarà il momento.

Roma ha vinto, ma anche Lissone!

Concluso il Torneo Internazionale Juniores di Basket – vinto dalla “Stella Azzurra” di Roma – è ora tempo di bilanci e, secondo noi, il bilancio è assolutamente positivo! È stata inaugurata, infatti, una struttura di ottimo livello per manifestazioni sportive che darà lustro alla città e al quartiere in cui si trova.

Durante l’amministrazione di Lega e Partito della Libertà (ora Forza Italia), nel “Contratto di quartiere” del quartiere Moscotti, era prevista la costruzione di una palestra scolastica ma l’Amministrazione Monguzzi è riuscita ad ottenere invece la realizzazione (con Regione Lombardia ed Aler, usufruendo del “Leasing costruendo”) di un Palazzetto dello Sport per ospitare degnamente eventi e tornei ai quali molto spesso partecipano anche le eccellenze sportive della nostra città (pallacanestro, ginnastica ritmica e artistica, pallavolo, judo…).

Naturalmente non solo per tornei ed eventi, ma anche le nostre società sportive avranno la possibilità di utilizzare la struttura per i loro allenamenti.

Avanti, quindi, un passo dopo l’altro: dopo l’abbattimento di una parte delle vecchie case Aler (la famosa “stecca”) e il completamento del Palazzetto, nel quartiere verranno realizzati due parcheggi, un campo da basket all’aperto e il collegamento con la pista ciclabile.

Per portare a compimento progetti così ampi e articolati, serve una compagine amministrativa che conosca il presente, il passato e abbia un occhio proiettato verso il futuro.

A noi l’esperienza non manca e ci deriva proprio dall’esserci occupati per anni della città – in generale – e in particolare del “Contratto di Quartiere” e delle problematiche del quartiere Moscotti. Non siamo “improvvisati” e siamo ben consapevoli delle difficoltà e della complessità della gestione di un tale progetto, ma abbiamo anche dimostrato di saper trovare soluzioni e alternative che, in ogni situazione, vengono attentamente analizzate e valutate.

Tornando al Torneo di basket: ha vinto una squadra di Roma, ma possiamo ben dire che anche Lissone ha vinto. I ragazzi, i genitori, le squadre e anche il pubblico presente, lo hanno ben percepito: è stata la vittoria di tutta una città!

Un canestro da tre

Oggi, alle 19 inizierà il Jit – Junior International Tournament – “Città di Lissone” edizione XXVII. Ci sono almeno tre fatti rilevanti in questa edizione, che possiamo ben definire “storica”.

In primis, il coraggio degli organizzatori: in tempo di “coda di Covid-19” e in tempo di “guerra vicina” la decisione di procedere comunque indica un coraggio ed una visione notevole.

Il secondo fatto rilevante è la location del torneo: la prima e l’ultima giornata di gara si svolgeranno infatti presso il nuovo Palazzetto di Via Di Vittorio, mentre le due giornata centrali, come sempre, saranno al Palafare’ di via Caravaggio.

Il terzo è l’evento della consegna alla città ed ai cittadini del nuovo Palazzetto: nonostante gli scetticismi espressi delle minoranze sulla possibilità di poter inaugurare la struttura entro l’estate, ora il Palazzetto è lì da vedere e pronto per essere utilizzato.

La sistemazione della zona esterna è parte di un altro progetto/lotto e sarà realizzato a breve, ma il Palazzetto è pronto, ha tutti i requisiti necessari, ha superato tutti i test e può essere utilizzato a capienza massima.

Un grande obiettivo centrato! Noi siamo orgogliosi di questo risultato, fortemente voluto dal Sindaco per la nostra città. È quasi un “tiro da 3 punti”!

Siamo tutti invitati, ovviamente, e buon Jit a tutti i ragazzi!

Il basket internazionale del JIT 2022 inaugura il nuovo Palazzetto dello Sport di Lissone (Comunicato stampa – 12 apr 2022)

The dream team

L’intramontabile Ruggero Sala ha stilato su Facebook la sua “lista dei migliori”. Dopo un lecito ragionamento su chi voterebbe alle prossime elezioni amministrative – se non fosse lui stesso impegnato e votabile da oltre 25 anni…- snocciola i suoi “migliori”: un elenco di nomi e cognomi di suoi amici e stimati colleghi della destra lissonese.

Non possiamo non notare come, nel delineare il suo “dream team”, Ruggero qualcosa dica, anche senza dirlo. Se i citati Omar, Francesca, Aldo, Ivan, Daniele e Francesco potrebbero essere votati da lui, altri nomi invece mancano…

E Roberto Perego? Giovanni Camarda? Felicia Scaffidi? Ignazio Lo Faro? Giovanni Mantegazza? Tutti suoi alleati, ma non ritenuti abbastanza degni di nota.

E poi: evidentemente nessuno nella Lega lissonese è ritenuto all’altezza di ricevere un eventuale voto di Ruggero! E così, dopo la gaffe compiuta, presto Ruggero dovrà pubblicare altri nomi.

Intanto il silenzio – rumoroso – nella destra lissonese continua e nasconde malumori, strappi, tensioni. Altro che candidato unico! Le persone alle quali vien proposto di candidarsi rifiutano, e chi si propone (ad esempio Ruggero Sala) non passa…

E quindi tanti auguri al Dream Team, che più che un “team” è un “dream”…

Inauguration day!

Vi aspettiamo sabato 9 aprile alle ore 11,30 per l’inaugurazione della nuova sede della coalizione del candidato Sindaco per il centrosinistra Antonio Erba! 

La location è ampia e luminosa e si trova all’incrocio tra Via Cappuccina, Via Don Colnaghi e Via Guidoni. È stata allestita con cura per accogliere chiunque abbia voglia o curiosità di scambiare opinioni, chiacchiere o semplicemente conoscere di persona il candidato sindaco Antonio Erba e le formazioni che costituiscono la coalizione che lo supporta.

Lissonesi da generazioni e nuovi cittadini, siete dunque tutti invitati in quella che si appresta a divenire un punto di riferimento sul territorio per i prossimi due mesi.

Il Listone, ovviamente, ci sarà… A domani! 

Ecco, puntuale, il resoconto

È in consegna a tutte le famiglie della città il “Bilancio di fine mandato 2017/2022”. Il titolo del pieghevole è inequivocabile: “TIRIAMO LE SOMME”. Sul sito del Comune di Lissone il resoconto è disponibile anche in formato PDF o in formato “sfogliabile

Informare la cittadinanza su ciò che è stato fatto nei cinque anni di governo della città è un obbligo di legge al quale le amministrazioni non si possono e non si devono sottrarre; possono poi scegliere, in autonomia e libertà, lo strumento da utilizzare per la rendicontazione.

La nostra amministrazione ha utilizzato uno schema simile a quello utilizzato del 2017, un format che era stato apprezzato dai cittadini: schede tematiche per argomento nelle quali sono riportate le linee guida, gli obiettivi raggiunti e numeri relativi.

Rendicontare è un dovere – dicevamo – ma per noi anche un piacere, visti i risultati ottenuti nel quinquennio della più grande pandemia della storia recente (e non ancora finita…).

Ora, coloro i quali si dannano per far percepire l’amministrazione Monguzzi come incapace e non produttiva, avranno il solito dire: “questa è campagna elettorale”, “tanto è tutto falso”, “costa troppo” (€ 0,32 a cittadino per stampa e distribuzione!)… e purtroppo, lo sappiamo, va così.

Se però, un cittadino vuole “capire” come sono state utilizzate le sue tasse, avrà ora a disposizione una gran mole di informazioni: tante informazioni così come tanto è il lavoro che è stato profuso. Certo, cose da fare ce ne sono ancora tantissime e lo sappiamo; altre vanno corrette, migliorate, implementate. Siamo consapevoli e pronti.

Ecco perché possiamo continuare a chiedere agli elettori/cittadini la loro fiducia: questo è quello che tutti assieme, col Sindaco Monguzzi, abbiamo fatto negli ultimi cinque anni di amministrazione. Buona lettura!

Bilancio di fine mandato: la Giunta comunale «tira le somme» del lavoro svolto nel quinquennio 2017-2022 (Comunicato stampa – 4 apr 22)

E che 12 giugno sia…

Il Consiglio dei Ministri ha ufficializzato ieri la data dell’election day: le elezioni amministrative e i referendum sulla giustizia si svolgeranno domenica 12 giugno 2022; gli eventuali ballottaggi saranno dopo 2 settimane, cioè il 26 giugno.

Noi aspettavamo la data con impazienza perché già da tempo abbiamo individuato il nostro candidato sindaco in Antonio Erba; potremo ora meglio organizzare i tempi e le scadenze della campagna elettorale

Saranno due mesi intensi, con sorprese e novità: la prima fra tutte è che il sindaco Concettina Monguzzi rientra ufficialmente nelle fila del Listone, anche se continuerà naturalmente a svolgere il suo ruolo istituzionale fino alla scadenza. Possiamo quindi contare sulla sua presenza, ma anche su quella di altri consiglieri e del nostro assessore che si metteranno di nuovo in gioco nella prossima tornata elettorale.

La nostra campagna elettorale sarà centrata sulle cose “già fatte” ma soprattutto su quelle che potremo ancora fare, sempre seguendo i capisaldi della nostra lista civica: attenzione al territorio e alle persone, in una visione “ampia” e sempre con la massima onestà.

Ad oggi, si sono presentati solo altri due candidati sindaco (per Europa verde e 5Stelle). E per quanto riguarda la destra lissonese (della quale abbiamo già abbondantemente scritto…) possiamo solo dire che… chi vivrà, vedrà!