100 firme? 100 e lode!

È un gran successo per la nostra città, altroché. È stato infatti approvato il progetto, presentato da un privato, per la riqualificazione dell’ex Palazzo del Mobile- 100 Firme e così un altro degli obiettivi della Giunta Monguzzi è giunto in corso di realizzazione. Progetto approvato, lavori già in corso,  inaugurazione prevista per il prossimo autunno.

È un successo perché si tratta di un immobile vuoto da tempo e dismesso, col rischio concreto di cadere fatiscente come purtroppo è accaduto all’ex-CentroStile a Desio: con questo progetto l’immobile lissonese diverrà invece a breve un centro dedicato allo sport in generale e alla montagna in particolare. L’obiettivo è quello di diventare un vero e proprio punto di riferimento per tutto il nord Italia, secondo i progetti del noto e lungimirante Sergio Longoni che ha di fatto acquisito la Spa proprietaria dell’immobile e liquidato i soci (ex e attuali mobilieri). Con questo progetto si riqualificherà l’immobile migliorando senza dubbio alcuno l’immagine della “porta” della Città, la via Carducci.

Non è cosa di poco conto anche se – al solito – il consigliere di FI Daniele Fossati non si smentisce e, sempre critico su tutto e tutti, ha già dato il via a rimbrotti e  contestazioni sulla sua pagina Facebook e tramite la stampa locale. Ovvio, lui (almeno a parole) avrebbe fatto diversamente e meglio, come da copione.

Forse alcuni “goals”, alle affannate squadre avversarie e a chi fa “una vita da mediano”, pesano più di altri… e lo capiamo, perché questo è uno strepitoso goal, un gran risultato per la Città tutta.

L’ex Palazzo del Mobile diventa un polo sportivo (Primamonza.it – 7 gen 2021)

Natale 2020

Il Natale non è un tempo né una stagione, ma uno stato d’animo.

Amare la pace e la buona volontà, essere pieni di misericordia, è avere il vero spirito del Natale.

(Calvin Coolidge)

Il Natale delle associazioni

Le Associazioni sono una risorsa preziosa per la comunità lissonese e il loro apporto, insieme con la collaborazione proficua con il Comune di Lissone, non è venuto meno neppure in questo difficile anno. Ed è proprio in segno di riconoscenza e di reciproco impegno che il Sindaco Concetta Monguzzi ha pensato di dedicare uno spazio del sito istituzionale del Comune agli auguri che le associazioni sportive, culturali e sociali vorranno porgere ai lissonesi in occasione del santo Natale.

Nel rispetto delle norme anticovid, gli auguri sono formulati e divulgati attraverso un breve video caricato sul sito del Comune di Lissone e disponibili tramite il canale YouTube nella playlist “Il Natale delle associazioni”, a partire da lunedì 21 dicembre.

Un filo tangibile e vivo unisce le Associazioni con il Comune e con i cittadini lissonesi: è un filo che non conosce crisi, proprio come la voglia di augurarsi, nonostante tutto, un Natale il più possibile sereno e sentito.

Ancora, Lissone c’è

Ormai è un “must”, diciamolo pure: Lissone c’è! Quando si tratta di aiutare e di essere reattivi alle esigenze di sostegno, la nostra città è sempre in prima linea. Il Covid-19 ha creato nuove realtà, nuovi bisogni, nuove povertà e il Comune, dopo diverse iniziative destinate ad aiutare cittadini, partite Iva, aziende e professionisti, non si è fermato ma ha rilanciato con i buoni spesa (ben 140 domande in 48 ore) e con il sostegno affitto per morosità incolpevole.

Noi siamo orgogliosi di esprimere nei fatti una mutualità di sostegno al più fragile, al più povero, al bisognoso. Passata la pandemia, anche la situazione economica potrebbe essere meno critica ma ora, in questo momento, è necessario essere reattivi, veloci e solidali con fatti concreti.

E allora “Lissone c’è”, così come c’è il Sindaco con tutto il suo staff. E questa volta sembra proprio che in molti se ne stiano accorgendo.

Bando pubblico per sostegno affitto (Comune di Lissone – 17 dic 2020)

Buoni spesa e carte prepagate per nuclei familiari in difficoltà (Comune di Lissone – 17 dic 2020)

Bando per le micro, piccole, medie imprese (Comune di Lissone  – 27 nov 2020)

Consegna a domicilio gratuita di farmaci e parafarmaci (Comune di Lissone  – 30 nov 2020)

Servizio a domicilio, dal Comune la mappa online delle attività di vicinato (Comune di Lissone  – 10 nov 2020)

Il nostro caro Angelo

Sabato 18 dicembre il Sindaco Monguzzi consegnerà, in una cerimonia in aula consiliare a porte chiuse per motivi di sicurezza sanitaria, gli “Angeli d’oro 2020”. Con un ritardo legato alla pandemia (normalmente la cerimonia si svolge il 17 marzo) verranno premiati due cittadini e una associazione selezionati da un’apposita Commissione in quanto hanno “dato lustro alla Città, accrescendone il prestigio ed operando con disinteressata dedizione”.

L’iniziativa è arrivata alla sua settima edizione e quest’anno i riconoscimenti sono andati al Circolo sociale e culturale don Ennio Bernasconi, attivo a Lissone da oltre 40 anni con attività culturali, artistiche e sociali, a Silvana Civati, da sempre attiva nel mondo del volontariato a fianco delle persone più fragili, e alla memoria di Giosuè Pezzoni, alpino, che ha dispensato la sua preziosa opera non solo a Lissone ma anche in numerosi paesi del mondo.

Nel comunicato stampa del Comune linkato qui sotto, sono illustrate nel dettaglio le motivazioni e dalla prossima settimana sarà disponibile sul sito del Comune il link per rivedere la cerimonia di premiazione.

Il nostro grande grazie va oggi a chi dà lustro alla nostra città, ne accresce il prestigio e lavora incessantemente con dedizione disinteressata.

Le assegnazioni dell’Angelo d’oro 2020 (Comunicato stampa – 16 dic 2020)

200mila volte ancora, il Comune c’è

No, non è finita. Non è finita la pandemia e non è terminato neppure lo stato di difficoltà economica ad essa correlato. Urgono nuove misure di solidarietà alimentare ed il Comune di Lissone, anche questa volta, c’è. Dopo gli aiuti alle partite Iva, dopo quelli alle famiglie, ora un nuovo importo destinato alle esigenze alimentari. Per volere della Giunta e del Sindaco Concetta Monguzzi, e interamente finanziati con risorse comunali per un importo complessivo di 200.000 euro, i Buoni Spesa destinati ai nuclei familiari in difficoltà economiche sono disponibili a partire da oggi.

I Buoni Spesa sono carte prepagate utilizzabili presso 6 supermercati e 10 negozi della piccola distribuzione aderenti all’iniziativa: sono un aiuto concreto per l’acquisto di generi alimentari, un aiuto che sarà erogato a tutti i cittadini in possesso dei requisiti di accesso, fino ad esaurimento fondi. Il Comunicato Stampa che linkiamo qui sotto, spiega criteri e modalità per farne richiesta.

A Lissone l’emergenza non è finita, ma non lo è neppure l’attenzione di Sindaco, assessori e giunta verso le fasce deboli e colpite dalle conseguenze della pandemia; ancora una volta, l’attenzione non è venuta meno e si è declinata in aiuti economici concreti. Una mano preziosa, un altro passo verso il superamento di questo periodo difficile.

Buoni spesa e carte prepagate per nuclei familiari in difficoltà (Comunicato stampa – 15 dic 2020)

2 minuti e un hashtag

In un articolo della scorsa settimana, abbiamo già accennato del progetto di realizzare un video nel quale i capigruppo, Sindaco, Giunta e Presidente del Consiglio comunale ci avrebbero letteralmente “messo la faccia“. Il fine – unanime – di maggioranza e minoranza consiliare è di invitare al rispetto ferreo delle regole in tempo di emergenza Covid.

Così dunque è stato e le singole sequenze, girate in autonomia da ciascun partecipante, sono state montate nel video che qui sotto linkiamo: lo condividiamo e invitiamo tutti i cittadini a farlo, in modo tale che il messaggio ottenga, attraverso Youtube e gli altri social, la visibilità che gli spetta.

Ognuno dei rappresentanti dei cittadini – chi da casa propria, chi da uno sfondo neutro (e neutrale?), chi da luoghi rappresentativi della città quali Comune, scuole, palestre – ha esortato tutti al rispetto delle regole e al mantenimento delle precauzioni sanitarie, nonostante il clima più leggero dovuto alle festività, a tutela della nostra salute e di chi ci sta intorno.

Due minuti e un hashtag – #FacciamoloPerNoiFacciamoloPerTutti – che non sono solo un anticipo di auguri natalizi ma interpretano soprattutto la richiesta unanime e condivisa di rispettare le regole per riappropriarsi, un passo dopo l’altro, delle abitudini sociali e collettive che rendono viva la nostra Città.

#FacciamoloPerNoiFacciamoloPerTutti (Video 2’15’’ – 12 dic 2020)

E tra chi si è sempre speso in prima linea mettendoci faccia, idee e vigore, vogliamo oggi ricordare un Amico e un pilastro fondante della nostra lista civica: Egidio Arosio, che proprio un anno fa ci lasciava ma il cui ricordo è sempre stato saldo nei nostri animi. La sua forza, la sua cultura, la sua umanità e generosità verso il prossimo sono stati per tutti noi da sprone, in questo 2020 così complesso. Ovunque tu sia, sei con noi, Egidio.

Luminarie 10 e lode

Lo avevamo già anticipato: per questo periodo natalizio così anomalo, serviva proprio un segno di luce e un sottile filo di speranza che potesse accendere il Natale lissonese.

E così è stato. Benissimo ha fatto la giunta ed il Sindaco ad addobbare la città con le luminarie e impreziosire alcuni luoghi significativi di Lissone con proiezioni luminose a tema natalizio, sostenendone quest’anno interamente la spesa.

Ottima poi la scelta delle immagini proiettate sulla torre di Palazzo Terragni (un albero di Natale) e sulla Chiesa Prepositurale (Madonna con bambino di Botticelli); moltissimi infatti sono stati i lissonesi che hanno fotografato e scritto apprezzamenti sui social.

Questa volta il plauso è arrivato da tutti, anche da alcuni cittadini che di solito, e per svariati motivi, non sono mai “morbidi” con questa amministrazione. Le ipotesi sono due: o a Natale siamo veramente tutti più buoni oppure, stavolta, di motivi per criticare proprio non ce ne sono…

Chiesa Prepositurale Lissone    Lissone - Palazzo Terragni     Lissone - Il grande cedro

Le tre ERRE

“Analisi scenario pandemico a Lissone e in Brianza” è il titolo della mozione approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale del 27 novembre: la mozione impegna Sindaco e Giunta a “pubblicizzare un messaggio-manifesto sottoscritto dai consiglieri comunali () per il rispetto delle regole prestabilite per il contenimento dell’epidemia e far leva sul senso di responsabilità () per tornare ad una vita normale nel più breve tempo possibile () per una città che riprenda la propria immagine di città operosa e viva

Finalmente unite, maggioranza e minoranza hanno quindi deciso non solo di ideare il manifesto ma anche di dargli risalto, facendolo esporre sulle bacheche comunali.

L’importanza di queste tre ERRE, Rispetto, Regole, Responsabilità, hanno portato alla decisione di realizzare anche un breve video nel quale i capigruppo, Sindaco, Giunta e Presidente del Consiglio comunale si rivolgono in prima persona alle diverse fasce della cittadinanza, invitando al rispetto delle regole così da proteggere i propri cari.

I capigruppo si sono messi subito all’opera e stanno realizzando in autonomia i singoli video da montare successivamente in sequenza: l’elaborato finale verrà condiviso sul sito istituzionale del Comune e sui social networks, in modo tale che abbia l’ampia visibilità che merita.

Sono poche, semplici eppure impegnative le strade da percorrere per tornare a vivere la città e trascorrere un sereno Natale: tre “ERRE” che devono accompagnare i cittadini tutti, nella quotidianità.

La paura fa 90

Forse la paura di non essere più considerato il “paladino” dei commercianti, forse la paura di non essere più “civico”, forse la paura di perdere consensi… fatto sta che Ruggero Sala ultimamente sembra dia “i numeri”.

Il consigliere di Fratelli d’Italia ha tuonato in Consiglio Comunale e anche sui Social riguardo l’apertura al pubblico del parcheggio interrato posto nei pressi dell’ATS in via Don Minzoni: un parcheggio a pagamento e destinato agli utenti dell’ATS. Lui questo parcheggio lo vorrebbe libero, gratuito, riservato ai dipendenti ATS e al personale scolastico del plesso Dante, Volturno, Croce; i posteggi in via Don Minzoni, invece, dovrebbero essere a disco orario per i clienti dei negozi, e poi chissà cos’altro ancora…

Nel parcheggio della ATS ci sono 90 posti liberi“, “Noi di Fratelli D’Italia siamo vicini ai dipendenti ATS e al personale scolastico dei plesso Dante, Volturno, Croce”. Peccato che i posti disponibili siano solo 25, ma poco importa, il consigliere continua a dare il suo numero: 90.

Sì, nella smorfia napoletana “la paura fa 90”, ma noi siamo a Lissone e non abbiamo per niente paura; alcune scelte possono essere rivalutate, ma non in chiave puramente di consenso come invece ci pare facciano alcuni.

Insomma, alcuni governano e, a volte, scontentano e sistemano; altri invece richiamano numeri a caso (il 90).

I più maliziosi, poi, potrebbero anche fare delle riflessioni sul fatto che, chi in passato ha creato uno sproposito di insediamenti abitativi, oggi chieda parcheggi. 90 parcheggi.