We are PRIDE of you!

Uno sfregio. Questo era probabilmente l’intento delle scritte e dei simboli nazisti coi quali è stato imbrattato l’arcobaleno, simbolo del Pride, della lotta all’omofobia e a discriminazioni di genere. E così sabato pomeriggio, mentre all’Arco della Pace si celebrava il Milano Pride 2021, il Sindaco di Lissone e i colleghi di Seregno e di Desio, non ci hanno pensato due volte e si sono personalmente occupati in di cancellare le scritte omofobe che imbrattavano il new jersey con i colori dell’arcobaleno sito in Valassina (altezza uscita Aliprandi).

Il Listone vuole rimarcare le parole del Sindaco Concettina MonguzziL’ignoranza dei colpevoli verrà idealmente spazzata via con un colpo di vernice, ripristinando l’importanza della tutela dei più elementari diritti umani”.

Purtroppo, in città qualche “leone” dei social media ha equiparato le cose lamentando due tipi di velocità di reazione: uno per cancellare idiozie fasciste e uno per altri temi ordinari… Ecco, spiace constatare che qualcuno ancora non capisca ancora le differenze, i significati e confonda purtroppo il dito con la luna… C’è ancora bisogno di attivarsi contro l’ignoranza, c’è ancora bisogno di difendere i diritti di tutti, e in questo – ne siamo orgogliosi – Sindaco e Amministrazione Comunale si sono sempre dimostrati attenti e attivi.

We are PROUD of you, Sindaco!

Dichiarazione congiunta dei sindaci di Lissone, Desio e Seregno (26 giu 2021)

Scritte omofobe e naziste in Valassina tra Desio, Lissone e Seregno: i sindaci vanno a cancellarle (IlCittadinoMB.it – 26 giu 2021)

Che Libritudine!

Otto eventi costituiscono quest’anno Libritudine 2021, lo storico Festival lissonese del libro per avvicinare giovani e adulti al piacere della lettura. Libri, incontri, spettacoli, grandi classici e storie locali aspettano tutti coloro che vorranno assistervi in una di queste calde giornate, da oggi al 30 giugno (ingresso gratuito, prenotazione al n. 039-7397461 o con mail a biblioteca@comune.lissone).

Un volume che racconta la storia produttiva di Lissone attraverso cartoline d’epoca (i famosi “dress”), una storia misteriosa che unisce la Brianza con la Germania, un reading sulla Divina Commedia, fino alla narrativa popolare in dialetto e anche una serata in lingua inglese… Ce n’è per tutti i gusti!

Ancora una volta, la virtuosa collaborazione tra la Biblioteca comunale e l’amministrazione guidata da Concetta Monguzzi è riuscita a proporre un evento con un programma ricco e variegato.

A noi non resta che scegliere qui https://www.comune.lissone.mb.it/libritudine21e

E Libritudine sia!

Maggio mese di… libri

Lissone e la sua Biblioteca promuovono il “Il Maggio dei Libri“, un insieme di iniziative volte a stimolare in ogni età il gusto della lettura, con lo scopo di coinvolgere anche chi accanito lettore solitamente non è.

Questa campagna, nata nel 2011, è supportata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è costituita da iniziative per le quali la Biblioteca mette a disposizione un apposito spazio, con posti disponibili su prenotazione telefonica.

Iniziative per piccoli 0-6 anni (Leggiamo io e te: un momento per due) , per ragazzi (Libri a sorpresa) e per adulti (Laboratorio di poesia, Parole da spargere in Città, Officina del racconto e Prendi in prestito un bibliotecario).
Recapiti e info al link del sito ufficiale del Comune di Lissone https://www.comune.lissone.mb.it/Il-Maggio-dei-Libri-Edizione2021

Dice un proverbio che “Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca” e non possiamo che essere d’accordo e lodare questo bel progetto promosso da Biblioteca e Amministrazione.

«Il Maggio dei Libri»: al via in Biblioteca proposte e letture per tutte le età (Comunicato stampa – 3 mag 2021)

Un 25 aprile dopo l’altro

Le manifestazioni e le celebrazioni in presenza sono ancora vietate, ma nulla impedisce – anzi, il Listone lo raccomanda – di tenere viva la memoria del 25 aprile, data emblematica per la Libertà e la Repubblica, anche solo con un semplice gesto come è l’esporre il tricolore al balcone o alla finestra.

Due sono le iniziative di rilievo che quest’anno l’Amministrazione comunale ha pensato per questa ricorrenza: nella mattinata di domenica ci sarà l’inaugurazione del monumento “La Pace regni nel mondo”, posizionato nel Parco della Resistenza in Via Don Minzoni, donato dall’ANPI di Lissone e realizzato dalla scultrice Virginia Frisoni.

Inoltre, in collaborazione con la Biblioteca civica, sono state selezionate e pubblicate sul sito del Comune alcune foto d’epoca risalenti a 76 anni fa, quando gli Alleati entrarono in Lissone dopo il rovesciamento del regime fascista. Sono immagini che ancora oggi emozionano, sono volti di lissonesi che in qualche modo non solo vissero, ma fecero la Storia: soldati, cittadini e partigiani.

Tra queste foto troviamo anche quelle del solenne funerale – celebrato il 13 Maggio 1945 – dei 4 partigiani che caddero trucidati dai nazifascisti il 16 e il 17 giugno del ‘44: Carlo Parravicini, Pierino Erba, Remo Chiusi e Mario Somaschini.

Vi invitiamo a guardare con attenzione la fotogallery, riflettendo su come il sacrificio di uomini e donne coraggiosi si sia tradotto nella nostra libertà da regimi e oppressori. E il sorriso dei lissonesi in quelle immagini storiche sia anche il nostro, un 25 aprile dopo l’altro.

XXV Aprile 1945, le fotografie degli Alleati in città (Sito Comune di Lissone)

Donna, Let’s Celebrate!

Impronta Donna 2021 è il nome di una rassegna di iniziative fortemente volute dal Comune di Lissone che, in collaborazione con alcune associazioni del territorio, anche quest’anno celebra le donne nei giorni 6, 7 e 8 marzo. Donne cardine sociale, donne multitasking, donne instancabili e poliedriche, protagoniste di svolte professionali, affettive, sociali. A loro, a tutte le donne il cui ruolo viene ancora spesso svilito, sfruttato, incompreso, a tutte le donne che col loro impegno lasciano un’impronta nel quotidiano, è dedicato il percorso di “Impronta Donna 2021”.

È stato istituito anche un Forum Donna per raccogliere le testimonianze di donne lissonesi che vogliono raccontarsi in questo complesso periodo di pandemia durante il quale si trovano a dover conciliare lavoro e famiglia.

Il nostro invito è di sfogliare la locandina on line e di partecipare – seppur virtualmente – alle diverse iniziative (concerti, balli, documentari, letture…) senza dimenticare di visitare la mostra di immagini e frasi dedicate alle donne che saranno esposte in Piazza Libertà sabato 6 marzo a partire dalle ore 16.

Impronta Donna 2021 – locandina con tutte le iniziative

AAA – Giovani studenti premiansi

Purtroppo una delle categorie più colpite dalla pandemia è rappresentata dai giovani studenti i quali, da un giorno all’altro, hanno assistito a una rivoluzione della didattica e delle relazioni sociali vissute nell’ambiente scuola, bruscamente sostituite da routine virtuali.

La nostra Amministrazione ha deciso – anche in un anno complesso come questo – di continuare a sostenere i giovani studenti e le loro famiglie attraverso l’assegnazione dei buoni libro e degli assegni di studio ai vincitori del bando “Bonus Scuola 2021”. Il Comune, di concerto con l’impegno degli Assessori all’Istruzione e all’Istruzione superiore, mette dunque a disposizione per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado complessivamente 18.600 euro così suddivisi: 50 assegni di studio da 300 euro ciascuno e 30 buoni libro da 120 euro l’uno.

Impegno, passione e soprattutto forza di volontà, sono doti che ai giovani  lissonesi non mancano: il futuro si costruisce con lo studio ed è dovere di una buona Amministrazione aiutare i più meritevoli nel lungo percorso che li condurrà, glielo auguriamo di cuore, verso la realizzazione dei propri sogni e ambizioni.
Buon lavoro, studenti e studentesse!

Bando per l’assegnazione di assegni di studio e buoni libro 2021 (Comune di Lissone – 11 gen 2021)

Il nostro caro Angelo

Sabato 18 dicembre il Sindaco Monguzzi consegnerà, in una cerimonia in aula consiliare a porte chiuse per motivi di sicurezza sanitaria, gli “Angeli d’oro 2020”. Con un ritardo legato alla pandemia (normalmente la cerimonia si svolge il 17 marzo) verranno premiati due cittadini e una associazione selezionati da un’apposita Commissione in quanto hanno “dato lustro alla Città, accrescendone il prestigio ed operando con disinteressata dedizione”.

L’iniziativa è arrivata alla sua settima edizione e quest’anno i riconoscimenti sono andati al Circolo sociale e culturale don Ennio Bernasconi, attivo a Lissone da oltre 40 anni con attività culturali, artistiche e sociali, a Silvana Civati, da sempre attiva nel mondo del volontariato a fianco delle persone più fragili, e alla memoria di Giosuè Pezzoni, alpino, che ha dispensato la sua preziosa opera non solo a Lissone ma anche in numerosi paesi del mondo.

Nel comunicato stampa del Comune linkato qui sotto, sono illustrate nel dettaglio le motivazioni e dalla prossima settimana sarà disponibile sul sito del Comune il link per rivedere la cerimonia di premiazione.

Il nostro grande grazie va oggi a chi dà lustro alla nostra città, ne accresce il prestigio e lavora incessantemente con dedizione disinteressata.

Le assegnazioni dell’Angelo d’oro 2020 (Comunicato stampa – 16 dic 2020)

Un pozzo… di successo

Comune di Lissone e BrianzAcque uniti per migliorare la quotidianità dei cittadini lissonesi.

Come prima cosa, nell’ambito della manifestazione “Ville Aperte 2020” (dal 26 settembre al 4 ottobre) segnaliamo la novità delle visite guidate allo storico “Pozzo numero 2” di Lissone, in via S. Giorgio 3. L’iniziativa è partita sabato scorso e sta riscontrando un notevole successo tra i lissonesi, con un tutto esaurito dei posti disponibili per il primo weekend: un successo cercato e meritato attraverso l’impegno della Amministrazione e di BrianzAcque che ha messo a disposizione dei visitatori personale ben preparato e competente.

Ricordiamo poi che a luglio di quest’anno BrianzAcque ha messo a disposizione di tutti i comuni soci – tra i quali Lissone – un contributo per sanificare i giochi nei giardini pubblici, intervento che a Lissone è stato puntualmente eseguito.

Un altro progetto ha visto la luce in questo mese di settembre, sempre grazie alla collaborazione tra il Comune di Lissone e BrianzAcque, ed è indirizzato alle giovani generazioni: a ciascun alunno delle scuole primarie del territorio verrà consegnata una borraccia in alluminio per sensibilizzare i ragazzi ad un consumo dell’acqua rigorosamente plastic-free.

Ben vengano dunque simili iniziative (e speriamo anche tante altre…) e ben venga la collaborazione tra Comune e BrianzaAcque, con tutti i risvolti utili e formativi che questa comporta.

Alla scoperta dell’antico pozzo n°2 di Lissone (video – 1min 55sec)

Ville Aperte: successo per le visite guidate al pozzo di Lissone (PrimaMonza.it – 29 set 2020)

Sanificazione delle Aree gioco:Comune e BrianzAcque uniti per la tutela dei più piccoli (Comunicato stampa – 6 ago 2020)

Lissone: borracce ecologiche a tutti gli studenti delle Scuole primarie (MBNews – 28 set 2020)

Verso Libritudine… e oltre!

Passo dopo passo, si riparte. Finalmente anche la Cultura, dopo lo stop forzato degli ultimi mesi, riprende alla grande e lo fa con la ormai classica manifestazione Libritudine – arrivata quest’anno alla sua dodicesima edizione –proponendo un ciclo di incontri intitolati “In viaggio verso Libritudine 2021“.

È un format particolare, quello di quest’anno: a partire da stasera, sono previsti 4 incontri che si svolgeranno sempre di mercoledì, in concomitanza con le aperture serali estive dei negozi del centro. Una scelta strategica, quella operata dal Sindaco Concettina Monguzzi insieme con l’assessore alla Cultura Alessia Tremolada, che si propone di creare e rafforzare un legame tra gli eventi organizzati dal Comune e dalla Biblioteca e le iniziative di apertura serale dei commercianti.

Spazio dunque alla cultura con tematiche che spaziano dai classici al giallo d’autore (ingresso libero con prenotazione obbligatoria al numero 039-7397461) unitamente a shopping e svago del mercoledì sera: tutto ciò che concorre a rendere viva la città è alla portata di chi, come noi, ha voglia di ripartire e di tornare a godere di ciò che di bello ha da offrire la nostra Lissone. Passo dopo passo, verso la normalità.

In viaggio verso Libritudine: quattro appuntamenti dall’8 al 29 luglio (Comunicato stampa – 2 lug 2020)

La locandina di Libritudine 2020

Lissone, ricorda!

Prosegue anche a Lissone l’iniziativa della posa delle pietre di inciampo, dopo quella collocata lo scorso anno all’esterno dello stadio “Luigino Brugola” di via Dante in memoria di Mario Bettega

In collaborazione con il Comitato per le Pietre d’inciampo e con l’ANED (Associazione Nazionale Ex Deportati) e con la presenza di Milena Bracesco (figlia di un deportato, presidente del Comitato e vicepresidente di Aned Monza), il 25 gennaio alle ore 10, si è scelto di posare un’altra pietra di inciampo, un sampietrino in oro che verrà collocato in via Matteotti all’altezza del civico 8 e servirà ad “inciampare e sostare”, soffermandosi nel ricordo di Attilio Mazzi.

Attilio fu un lavoratore nello stabilimento di trinciatura del legno da lui stesso aperto a Lissone; padre di 4 figli e convintamente antifascista sia nell’animo che nelle azioni,  divenne vittima dell’orrore nazifascista e fu deportato nel campo di concentramento di Gusen, dove morì il 9 aprile 1945.

Mazzi fu perseguitato dai tedeschi e venne arrestato per i suoi valori antifascisti di democrazia e libertà di espressione, valori che non mancò mai di appoggiare in pubblico e in privato. Fu uno dei tanti uomini comuni – eppure coraggiosi – che non si limitarono a sognare un mondo migliore, un’Italia libera e senza più dittatura e violenza, ma che si diede da fare in prima persona, mettendosi in gioco e ribellandosi con l’esempio, le parole e le azioni, per fare in modo che il fascismo fosse solo un brutto ricordo.

Uomini come Attilio hanno sacrificato la propria vita perché altri (anche noi) potessimo godere dell’Italia e della Lissone democratica che abitiamo oggi.
Lissonesi, ricordate che lì, dove si posa la pietra d’inciampo, un cittadino è morto per la libertà.

La “Pietra d’inciampo 2020” a Lissone
La Shoah a Monza e Brianza: arrivano 21 pietre di inciampo per non dimenticare (CittadinoMB – 9 gen 2020)
Video gallery della posa della pietra d’inciampo 2020 (Sito del Comune di Lissone)